Il Fotoquadro Saal Digital

Prima di parlarvi di questo fantastico prodotto, vi segnalo che un Buono Sconto da 20€ è subito disponibile per i lettori del blog. Il Voucher vi dà la possibilità di ordinare e provare i prodotti Saal Digital!
Potete scoprire tutti i dettagli alla fine di questo articolo.

È passato più di un anno da quando ho avuto il piacere di recensire il fotolibro Saal Digital. Potete trovare qui la mia recensione: https://www.mettiafuoco.it/recensione-fotolibro-saal-digital/. Vi consiglio di leggerla anche perché troverete alcuni aspetti tecnici che non tratterò in questo nuovo articolo, per non ripetermi.

Ora, mentre in quella occasione mi ero proposta per la prova prodotto, questa volta sono stata contattata dall’Azienda che mi ha offerto la possibilità di fare da tester per un’altra tipologia di stampa, ovvero il fotoquadro.

Quindi, ho l’occasione di parlare di nuovo di Saal Digital.
Ovviamente, sono molto grata sia perché posso avere tra le mani un altro prodotto di qualità, sia perché il blog Metti a fuoco è stato selezionato per proseguire il piacevole rapporto di collaborazione iniziato.

PREMESSA (clicca per leggere)

Mi fa molto piacere tornare a parlare di stampa perché, come detto finora, stampare le proprie foto è qualcosa a cui il fotografo dell’era digitale non deve assolutamente rinunciare. Con la proliferazione di fotocamere digitali, smartphone e piattaforme di social media, migliaia di miliardi di immagini vengono caricate su Internet ogni anno: siamo immersi in un oceano di immagini. E un po’ di amarezza ci prende quando ci rendiamo conto che la stragrande maggioranza delle fotografie scattate in questo nostro tempo non verrà mai stampata, dimenticando che il fascino e le sensazioni trasmesse da una foto stampata sono davvero “esclusive” di questo tipo di supporto. Alla foto digitale mancano tante informazioni sensoriali ma non è solo questo. Si tratta proprio un impatto emotivo diverso.

Le fotografie vanno guardate ma anche toccate, passate di mano in mano, condivise, non solo virtualmente con milioni di sconosciuti lontani ma anche con chi è più vicino a noi. Senza pensare poi al fatto la tecnologia ha i suoi limiti, anche fisici: basta un attimo per perdere anni e anni di lavori e ricordi.
Insomma, le foto vanno “vissute”.

Appesa su una parete di casa, una fotografia diventa parte dell’ambiente, un punto di interesse. Una foto scattata da noi e appesa può essere tante cose: un ricordo, un segno sulla mappa del proprio percorso fotografico, una rappresentazione di un messaggio che ci portiamo dentro e che vogliamo venga colto da quelli che la osservano, e tanto altro.

Potremmo parlarne per ore ma non è questo il focus di questa recensione. Quindi, mi basta aggiungere solo questo: cosa ho provato mentre aprivo la scatola che conteneva il mio fotoquadro? È stato emozionante! Non mi abituo mai a queste reazioni che ogni volta si ripetono davanti ad una stampa. E purtroppo non posso trasferire attraverso le parole tutte le sfumature di sensazioni provate. Questa volta ho scelto come soggetto la Casina Vanvitelliana che si trova a Bacoli, vicino Pozzuoli. È un luogo a cui sono fotograficamente legata… Stampate e proverete l’emozione di avere “tra le mani” – nel vero senso della parola – una vostra foto, un vostro progetto.


Il fotoquadro Saal Digital 

Modalità di preparazione dell’ordine
È possibile effettuare l’ordine attraverso un software dedicato, scaricabile gratuitamente dal sito web, oppure attraverso l’interfaccia online. Io ho scelto anche questa volta il software, dato che ha un’interfaccia molto intuitiva e pratica.
Link per il download: http://www.saal-digital.it/software-download/software-saal-design/ Link per l’interfaccia online: https://www.saal-digital.it/negozio-online/

Supporti
Per la stampa del mio fotoquadro ho scelto il supporto in Alluminio Dibond. Questo materiale mi ha incuriosito e l’ho scelto per la sua massima nitidezza, la resistenza e la stabilità che promette. Si tratta di un supporto adatto sia per interni che per esterni, proprio perché è resistente alla piegatura e alla corrosione e agli agenti atmosferici.
Come si legge dal sito, «la stampa diretta UV a 6 colori (di solito sono solo 4) è di ultima generazione e include i colori chiari. I raggi ultravioletti asciugano completamente e quasi istantaneamente l’inchiostro, permettendo una stampa ad alta risoluzione (senza problemi di pixel) e di migliore resa dei colori. Perfino grandi superfici dello stesso colore risplendono in colori pieni, rappresentando chiaramente anche le più piccole particolarità». Posso confermarlo in base all’esperienza appena provata.
Si tratta di due strati di copertura in alluminio e una parte interna in poliuretano espanso. Lo spessore è di 3 mm.
Altro motivo per cui ho scelto questa tipologia è perché ha una superficie opaca, il che mi garantiva l’assenza di riflessi. Appendere una foto su una parete della stanza significa anche evitare che la luce crei riflessi indesiderati e impedisca di vedere in maniera ottimale l’intera foto. La superficie lucida, pertanto, è più debole da questo punto di vista e, a meno che non verrà appesa in un ambiente controllato quanto a illuminazione, non è il caso di scegliere la superficie lucida, anche se il suo aspetto è gradevole.
Attenzione quando scegliete il tipo di supporto! La scelta va fatta in base alle caratteristiche della foto da stampare. NON tutti i materiali di stampa si adattano alle varie tipologie di foto. Ad esempio, l’altro tipo di Alluminio (Alluminio Dibond Butlerfinish®), quello spazzolato, si adatta molto bene alle foto in bianco e nero, per il tipo di grana che riesce a restituire, e magari poco ad altre foto dove la luce è una componente molto importante. Il metacrilato, invece, può adattarsi a foto dove la componente colore è importante, come un tramonto, però ha una superficie lucida e quindi bisogna un attimo valutare l’ambiente dove appenderemo la foto, sempre per via dei riflessi, ed è anche più delicato. La stampa Gallery Print è un po’ più costosa ma è davvero bella e un qualcosa di superiore, una stampa da mostra ma non è detto che non sia adatta a impreziosire il salotto di casa, anzi il contrario. Tuttavia, non avendo ancora stampato in altri formati, prendete con le pinze quanto affermato sugli altri supporti. L’allumino Dibond, invece, mi ha pienamente soddisfatto quanto a resa cromatica, fedeltà ai colori originali, dettaglio (altissimo dettaglio, ha mantenuto tutto il dettaglio di partenza), piacevole grana leggera, una patina particolare, impatto visivo, assenza di riflessi, stabilità (supporto rigido).
Link ai supporti disponibili: http://www.saal-digital.it/fotoquadri/
Per scoprire i diversi materiali dei fotoquadri potete anche ordinare il set campionario per soli 15€ incluso un buono di un valore di 15€ per l’ordine successivo da Saal Digital. Praticamente gratuito, quindi.

Clicca per ingrandire

Formati
È possibile scegliere tra una grandissima varietà di formati classici ma anche inserire dimensioni personalizzate. Io ho scelto il formato: 50×28.

Profilo ICC per la prova colore (SoftProof)
Molto utile la possibilità di scaricare i profili ICC per Photoshop o Lightroom che aiutano a simulare il risultato di stampa. Stiamo parlando della corrispondenza dei colori visti sul proprio monitor con i colori che verranno stampati. Devo ammettere che il mio monitor non è calibrato e tende a saturare un po’ i colori. Il prossimo investimento sarà di sicuro una sonda per calibrarlo. Ma, nonostante questo, la fedeltà ai colori originali è incredibile, considerando anche la superficie opaca scelta che già di per sé rende i colori meno accesi. Ripeto, nonostante il monitor non calibrato, la stampa corrispondeva esattamente al file originale.

Brevemente, come si utilizzano i profili ICC?
– Si scaricano innanzitutto da qui: http://www.saal-digital.it/servizio/profiloicc/
– Per installarli procediamo in questo modo:
in Windows, facciamo clic con il pulsante destro del mouse sul file .icc e selezioniamo la voce Installa profilo. In alternativa, copiamo i profili nella cartella WINDOWS\system32\spool\drivers\color. In Mac OS, copiamo i profili nella cartella /Libreria/ColorSync/Profiles oppure nella cartella /Utenti/[nome utente]/Libreria/ColorSync/Profiles.
Una volta completata l’installazione dei profili di colore, riavviamo le applicazioni Adobe (Photoshop o Lightroom).
– Clicchiamo poi sul menu Visualizza –> Imposta prova –> Personale.
– In Dispositivo da simulare scegliamo il profilo Saal Digital che ci interessa, in questo caso Saal Digital Alluminio Dibond.

– Ora, andiamo sul sito e vediamo cosa ci chiede Saal per la prova colore, facendo riferimento alla tabella che troviamo nella pagina dei profili: http://www.saal-digital.it/servizio/profiloicc/

Clicca per ingrandire

Nel caso del profilo Alluminio Dibond ci chiede di disattivare “Mantieni i valori numerici”, attivare la “compensazione punto nero”, disattivare “Simula colore carta”.
– Spuntando o togliendo il segno di spunta alla casella Anteprima, riusciamo a vedere quanto la stampa influirà sulla resa della foto che vediamo a monitor.
– Quindi, clicchiamo su ANNULLA andiamo a regolare la foto in base alla simulazione di stampa, modificando il contrasto, la saturazione e quant’altro.
– Ricordiamoci di fare semplicemente una prova e di non inserire in nessun caso il profilo nel file che mandiamo in stampa.
Per la prova colore in Lightroom: http://www.saal-digital.it/support/article/prova-colore-in-lightroom/
– Inoltre Saal Digital ci dà alcune indicazioni:
«per poter interpretare efficacemente i tuoi profili di colore, mandaci i tuoi file sempre in jpg e NON in tiff. Non effetuiamo nessun tipo di cambiamento o ottimizzazioni indesiderate ai tuoi file. Così possiamo garantire che i tuoi file vengano elaborati in maniera del tutto fedele ai colori impostati. Per garantire un risultato il più fedele possibile, consigliamo di calibrare il monitor.
Poiché le immagini a monitor vengono illuminate posteriormente e ciò non accade con la carta fotografica, sarà sempre presente una lieve differenza di luminosità tra le due versioni. Proprio per questo motivo offriamo un profilo ICC, grazie al quale è possibile simulare la carta fotografica e far apparire leggermente più scura l’immagine, regolando pertanto la luminosità del monitor».

Spazio colore
Saal Digital consiglia di inviare i file in sRGB (sRGB IEC61966-2.1), Adobe RGB (1998) e ProPhoto RGB. Ecco le indicazioni precise: http://www.saal-digital.it/support/article/srgb-adobe-rgb-1998-e-prophoto-rgb/

Costi
Come dicevo, ho stampato un fotoquadro di queste dimensioni personalizzate: 50×28 cm, senza fissaggio. Il costo è stato di 33,95 € iva inclusa. Più le spese di spedizione con corriere DHL, € 7,95. Per un totale di 41,90 €.
Ottimo rapporto qualità prezzo!
Le spese di spedizione variano in base al prodotto acquistato. Puoi controllare i costi qui: https://www.saal-digital.it/servizio/costi-e-tempi-di-spedizione/

Pagamento
Il mio pagamento è avvenuto tramite Paypal ma si può pagare anche con carta di credito MasterCard o Visa.

Imballaggio e Tempi di consegna
Come la volta precedente, l’imballaggio di Saal Digital è impeccabile. L’Azienda dimostra abbondantemente che ci tiene alla nostra foto, proteggendola da urti e danni vari. Il prodotto arriva in un imballo rigido di cartone più grande del fotoquadro per evitare che venga danneggiato, specie negli angoli, e la superficie stampata viene ricoperta a sua volta da una generosa pellicola protettiva trasparente.

Anche per i tempi ci si può ritenere più che soddisfatti: ho ordinato il fotoquadro nella serata di mercoledì 11 Aprile. La mattina dopo, ovvero giovedì 12 Aprile, era già pronto per la spedizione. Partito il giorno 12, è arrivato puntualissimo lunedì 16 Aprile, considerando che di mezzo c’era il weekend.
Insomma, in due o tre giorni vedrete arrivare il vostro prodotto: rapidissimi!

Considerazioni finali e Codice sconto
Personalmente, ci tengo a fornire una recensione obiettiva sul prodotto e, anche questa volta, non posso fare altro che dire bene e consigliare di affidarsi a Saal Digital se si vuole una stampa di qualità, senza errori o difetti vari, resa perfetta sia nel colore che nei dettagli.

E, riallacciandomi alla premessa di questa recensione, stampate le vostre foto migliori!
Stampate, stampate sempre… per regalarvi un momento emozionante, ricevere nuovi stimoli, caricarvi di nuova energia positiva e nuovo entusiasmo.

A tal proposito, ringrazio di cuore Saal Digital perché oltre a “caricare” me, mi concede la possibilità di fornirvi un CODICE SCONTO di ben 20 euro sul vostro acquisto!
 
CODICE SCONTO: SAALAFUOCO

CONDIZIONI IMPORTANTI DEL CODICE SCONTO
:
– il voucher sconto ha un valore di 20,00 €
– è valido solo con acquisti superiori ai 39,95 €
– va scritto interamente in maiuscolo
– è utilizzabile solo una volta
– ha scadenza 30.07.2018
– non è cumulabile con altre promozioni
– è valido solo per nuovi clienti.

Grazie Saal Digital!
#SaalDigitalItaly

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here