Il treppiede per iniziare: Andoer Q666

andoer q666

Andoer Q666
Link al prodotto

Il Q666 è un treppiede economico molto valido per chi è all’inizio del suo percorso fotografico. È proprio il caso di dire: poca spesa, massima resa! Se, invece, non siete più alle prime armi, si può tranquillamente affiancare a soluzioni più professionali, soprattutto quando queste ultime, pur rivelandosi stabili nell’utilizzo e robuste nella costruzione, risultano ingombranti o poco funzionali negli spostamenti. Per cui, in viaggio o in giro per la città, si può preferire il Q666 per la sua leggerezza e praticità.

Il rapporto qualità prezzo-prezzo è ottimo soprattutto per la versione in lega di magnesio e alluminio. Guardando le caratteristiche di peso, la versione in carbonio (q666c) dichiara un peso di 1.32 kg che si discosta di pochissimo dal peso della versione in alluminio (il q666 pesa 1.535 Kg) mentre lo scarto di prezzo è di circa 50 euro. Il gioco vale la candela? Ai lettori le dovute considerazioni.

Tabella comparativa

andoer q666

zoom tabella

Si classifica come uno dei treppiedi più piccoli in commercio con la sua altezza da chiuso di 36 cm.

La testa in dotazione è una Testa a sfera panoramica con rotazione a 360 gradi e con piastra a sgancio rapido. Un punto a favore di questa testa è che si tratta di una testa equipaggiata dall’attacco ”arca swiss”. Ricordiamo che, grazie a quest’ultimo, si può montare una staffa a L, utile per fare panoramiche e passare rapidamente da posizione orizzontale a verticale senza perdere l’orizzonte. La staffa a L (o piastra a L) la si può trovare qui, mentre un video dimostrativo a questo link. ll treppiede consente, comunque, di sostituire tranquillamente la testa con un altro prodotto che risponde di più alle proprie esigenze.

L’esperienza del Q666 si rivela soddisfacente e la sua versatilità si fa apprezzare subito, dato che è possibile utilizzarlo anche come monopiede, svitando una delle tre gambe.

Parlando del monopiede, ci soffermiamo un attimo sulla doppia possibilità che viene offerta: possiamo estenderlo completamente oppure a metà e inserirlo nel supporto da cintura. A tutta apertura raggiunge la misura massima di 157,5 cm, compresa la testa.
L’asta del monopiede, da chiusa, raggiunge una lunghezza di circa 65 cm che, per alcuni, può risultare scomoda. Secondo il nostro parere, un modo per ovviare a questo ingombro del monopiede è montare la testa direttamente sulla gamba che si svita ed usare il pratico supporto da cintura in dotazione. In questo modo, si riesce ad usare un solo segmento e il monopiede diventa compatto quando si richiude:

andoer q666 cintura

Premesso che c’è chi preferisce il sistema twist locks e chi il sistema flip locks, l’unico neo di questo cavalletto potrebbe essere il meccanismo di estensione e bloccaggio delle gambe, perché fornito di ghiere (twist locks) e non di leve. Il sistema a leve è più efficiente, anche perché permette di verificare a colpo d’occhio se tutte le sezioni sono aperte e bloccate. È un meccanismo leggermente fastidioso quello delle ghiere, prima che ci si faccia l’abitudine. Ma si tratta di un giudizio molto soggettivo. Inoltre, per questa fascia di prezzo, non ce la sentiamo di consigliare prodotti simili dotati di leve, come il Q-555 che trovate qui: http://amzn.to/2bVoUwA. Non essendo qualità Manfrotto o altro, non sappiamo quanto possano durare quelle leve costruite con una plastica che all’apparenza risulta non abbastanza resistente. Anche se, finora, non abbiamo letto di pareri negativi sulla durata del meccanismo flip locks di questi treppiedi Andoer.

Nel complesso, si tratta di un prodotto che non delude le aspettative, soprattutto per chi non vuole spendere molto e si ritrova comunque un buon prodotto tra le mani.

Un’alternativa? Il Manfrotto MT055XPRO3: https://amzn.to/30eFoIO

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.