Treppiedi da viaggio: pratico, leggero, ottimo. K&F Concept TM2324

K&F Concept TM2324

Oggi parliamo del treppiedi TM2324 della K&F Concept che da diverso tempo accompagna le mie uscite fotografiche, in città come in viaggio.
Si tratta del secondo cavalletto che acquisto e posso dire che ormai ha rimpiazzato del tutto il treppiedi che avevo, perché risponde pienamente alle mie aspettative e alle mie esigenze. Ogni fotografo ha un suo bagaglio di gusti personali ma anche di bisogni particolari e la ricerca di un’attrezzatura che sia in grado di soddisfare nel migliore dei modi questi bisogni è sempre una fase dispendiosa in termini di tempo ed energia, nonché di risorse economiche.

Ebbene, da quando sono passata al sistema mirrorless, ho deciso di acquistare un cavalletto della K&F Concept. E perché ho scelto proprio il TM2324? Cosa cercavo? Nei punti seguenti provo a spiegare cosa chiedevo al mio nuovo treppiedi.

Volevo…

1) Un cavalletto molto leggero, facile da trasportare nei lunghi tragitti.
Il TM2324 pesa solo 1,35 kg (testa inclusa) ed è in in lega di alluminio e magnesio!

2) Un cavalletto che, nonostante leggero e non robusto, fosse in grado di reggere sia un corpo macchina dal peso estremamente contenuto come quello di una mirrorless, sia un corpo macchina abbondante come quello di una reflex con un teleobiettivo, come la mia Nikon D7000 con il tele Tamron 70-300VC.
In genere, i cavalletti da viaggio tendono ad essere instabili o troppo fragili. Questo non lo è, soprattutto se si evita di aprire l’ultima sezione delle gambe, cosa che sono abituata a fare da sempre.
Ormai fotografo quasi sempre con la mia mirrorless Sony e ritengo che il TM2324 si sposi benissimo con questa tipologia di fotocamera: un’accoppiata vincente!
Dunque, un supporto perfetto per una mirrorless, ma sicuro, stabile e affidabile anche per corpi macchina più grandi e pesanti.

3) Un cavalletto che fosse pratico e veloce! Personalmente, non preferisco il sistema Twist Lock (apertura delle gambe con ghiere girevoli), perché per me non consente un setup veloce, in quanto bisogna svitare le sezioni, riavvitarle e spesso succede che non si riesce a vedere immediatamente se tutte le sezioni sono bloccate in posizione estesa. Capita, in questo caso, che appoggiate il treppiedi a terra e qualche sezione si ritrae.
Invece, con il sistema Flip Lock del TM2324 bastano pochissimi movimenti veloci per aprire tutte le sezioni con le apposite levette e, soprattutto, non ci si imbatte in quel fastidioso inconveniente di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente.
Il Flip Lock è il mio sistema preferito, anche se le levette del TM2324 sono di plastica e questo potrebbe un attimo far storcere il naso, perché potrebbero essere le prime parti a cedere col tempo. Ma è tutto da vedere!!! Finora non ho mai letto recensioni negative su questo aspetto. Credo però che non si romperanno con l’uso frequente, soprattutto se starò attenta ad aprire il treppiedi con un po’ di delicatezza in più, evitando di maltrattarlo. Basta un po’ di cura. Poi, se così non fosse, c’è sempre l’assistenza di Amazon.
Ripeto, treppiedi “pratico e veloce”! Per me un buon cavalletto deve avere queste due caratteristiche, non deve ostacolare o rallentare il fotografo ma agevolarlo, in quanto, tra impostare la macchina, scegliere la composizione, installare filtri e tutto il resto, non possiamo aggiungerci anche un cavalletto che richieda operazioni macchinose per essere montato.

Ecco cosa chiedevo al mio supporto e compagno di avventure.
Ho scelto la versione Silver, ma è disponibile anche nei colori Oro e Orange.


Insomma, il treppiede TM2324 di K&F Concept mi ha sorpreso positivamente, considerando poi il rapporto qualità/prezzo. Nella fascia di prezzo in cui si colloca è davvero ottimo. Alternative famose si piazzano male in questo segmento di mercato, sono più forti invece nei prodotti professionali. Quindi secondo me si può evitare di comprare giocattoli rinomati ma cari, se si cerca un “normale” treppiedi da viaggio. Certo, il TM2324 non è adatto per i viaggi in cui il fotografo incontra condizioni estreme come può essere un viaggio in Islanda, ad esempio. Ma lì siamo su un’altra fascia di prezzo e un’altra tipologia di attrezzatura, studiata per un certo tipo di fotografia outdoor. Come dice una nota azienda: «i luoghi più impervi e le condizioni più difficili hanno ispirato i nostri cavalletti». 

Ricapitolando, per circa 65 euro ci portiamo a casa un bel treppiedi dotato di:

  • una custodia molto carina e di buona qualità, dotata di una comoda cinghia da spalla. Non tutti i treppiedi vengono venduti insieme ad una custodia, e questa è anche funzionale ed esteticamente gradevole.

  • Piastra a sgancio rapido, perfetta per fissare e sganciare facilmente la fotocamera.

  • una testa a sfera panoramica in alluminio con rotazione a 360 gradi e con capacità di carico di 10 Kg. Ho apprezzato molto che fossero presenti solo due manopole di fissaggio: una per regolare la posizione della testa a sfera e l’altra per la rotazione panoramica. Questo vuol dire che nella maggior parte dei casi si agirà su una sola manopola, quella per bloccare la testa nella posizione desiderata, evitando così la confusione generata dalla presenza di più leve. (La terza in alto serve solo per ancorare la piastra a sgancio rapido).

La testa è equipaggiata dall’attacco ”arca swiss”. Ricordiamo che, grazie a quest’ultimo, si può montare una staffa a L, utile per fare panoramiche e passare rapidamente dalla posizione orizzontale a quella verticale senza perdere l’orizzonte. La staffa a L (o piastra a L) la si può trovare su Amazon, mentre un video dimostrativo a questo link. ll treppiedi consente, comunque, di sostituire tranquillamente la testa con un altro prodotto che risponda di più alle proprie esigenze.

  • Sistema flip lock per la chiusura delle sezioni.

  • Colonna centrale ribaltabile per scattare da nuove prospettive, per gli scatti a bassa angolazione o comunque per realizzare foto macro. La colonna centrale è anche dotata di un gancio stabilizzatore che permette di aggiungere pesi per aumentare la stabilità generale.

  • Un ingegnoso meccanismo di chiusura delle gambe, anch’esso rapido, semplice e funzionale.

Altre caratteristiche tecniche importanti:

Numero sezioni: 4.
Altezza massima: 1 metro e 58 cm. Io sono alta 1 metro e 74 cm e posso tranquillamente affermare di riuscire ad avere la macchina all’altezza degli occhi quando desidero scattare in questa posizione.
Altezza minima: 40 cm. Ma, come detto in precedenza, la colonna centrale è ribaltabile per riprese con bassissima angolazione, insomma quasi rasoterra.
Altezza da chiuso: 45 cm.
Riposto nella custodia misura 50 cm.

Alla fine della fiera, mi sento di consigliare questo treppiedi che uso personalmente molto e con soddisfazione.
Se incontrerò problemi, ma non credo proprio, aggiornerò la recensione.
Acquistate tranquillamente su Amazon il TM2324 e date uno sguardo a tutti gli altri modelli sul sito ufficiale della K&F Concept.

 

 

RISORSA VIDEO:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here